Istants: South Australia tra vigneti e birrerie artigianali. Barossa Valley, Adelaide Hills e Lobethal

Continua la rubrica Istants e questa volta andiamo in Australia e, più precisamente, nel sud dell’Australia vicino ad Adelaide.

Sud Australia

Ad Adelaide io sono arrivata dopo quasi una decina di giorni nell’outback australiano che, la maggior parte delle volte, altro non è che deserto o desolazione costellata, ogni indefiniti chilometri, da qualche road house o piccolissimi centri abitati. Quando si arriva dal centro o nord Australia al sud, è impressionante come il paesaggio cambi nel giro di pochissimi chilometri. Più si prosegue, verso Adelaide o Port Augusta, più ci si accorge che il clima afoso e torrido dell’outback è solo un ricordo e che, davanti a sé, si ha la possibilità di vedere colline verdi, il mare, scogliere e un’estesa campagna rigogliosa. Ricordo di aver accostato questa parte di Australia all’Irlanda e, dopo giorni e giorni tra la polvere e il clima arido, vedere le colline verdeggianti è stato come guarire da una lunghissima tosse e poter respirare a pieni polmoni nuovamente.

Casa a Tanunda

Ad ogni modo, una volta arrivata a Port Augusta, piccola cittadina di mare a nord di Adelaide, la capitale dello stato del Sud Australia, io e le mie due compagne di viaggio di allora, abbiamo deciso di darci alla “bella vita” e di dirigerci verso la famosissima Barossa Valley: una zona popolare per le sue vinerie, lo Shiraz e le distese di campi coltivati a vite. Da buone italiane e amanti del vino eravamo non troppo fiduciose riguardo a questo popolarissimo vino proveniente dalla Barossa Valley, area “colonizzata” dai tedeschi verso la metà del 1800 e utilizzata per la produzione del vino per via del suo clima favorevole e dei sconfinati spazi, ma – come già detto – dopo diversi giorni nel desertico outback eravamo alla ricerca di verde, natura e un clima più mite, e la Barossa Valley non ha deluso le nostre seppure basse aspettative, anzi.

Avendo poco tempo a nostra disposizione, non abbiamo potuto esplorare ampiamenteChiesa di Tanunda questa zona dell’Australia e quindi abbiamo optato per fermarci nella ridente cittadina a stampo palesemente nord-europeo di Tanunda. Gli europei che soggiornano a Tanunda avranno l’impressione di trovarsi in un piccolo paesino delle alpi o della Germania, con l’unica differenza che il clima, anche durante la primavera o autunno, è abbastanza temperato. Dopo un brevissimo giro nel centro città che, a parte qualche piccolo negozio di seconda mano e moderno-retrò bar e cafè in tipico stile australiano, non ha molto da offrire, abbiamo optato per la signora delle cene in uno dei ristoranti più famosi della città per degustare il popolare Shiraz e godere dei manicaretti in stile modern-australian cousine.

Difficilmente avremmo potuto fare una scelta più azzeccata. Il Ristorante 1918 ci ha fatto vivere una delle esperienze culinarie più interessanti dell’intero viaggio in Australia e, devo essere sincera, di tutta la mia vita. Zucca, gamberetti, formaggi, salse all’avocado, pesce e uno stupendo dolce con i fichi sono stati solo alcuni esempi della meravigliosa cena che ha celebrato la nostra uscita dall’outback e la consocenza dello Shiraz, profumato e corposo, della Barossa Valley. Chi si sarebbe aspettato tanta opulenza in questa terra di canguri e BBQ?

Ecco una delle magie dell’Australia: è capace di stupirti quando meno te lo aspetti.

E le sorprese ancora non erano finite perché, il giorno seguente, non contente della cena e del vino che avevamo avuto modo di gustare, ci siamo dirette a Lobethal, altro paesino poco distante da Tanunta e sempre appartenente alla Barossa Valley, famoso per la sua birreria in perfetto stile tedesco e trappista. Per pochi dollari ci siamo date agli assaggi di birra nera, rossa, chiara, fruttata, al caffè e al cioccolato e, questa pausa a dir poco imperdibile, ci ha però costrette a rimetterci in marcia verso Adelaide molte ore dopo e aspettare di avere il grado alcolico adeguato per rimetterci alla guida.

I ricordi migliori che ho dell’Australia e della mia permanenza là appartengono a questa terra, all’outback e allo stato del Queensland ma la Barossa Valley e lo stato del sud Australia, seppur meno quotato dai turisti di tutto il mondo, è sicuramente qualche cosa da aggiungere alla vostra “to do list” se mai viaggerete “down under”.

Assaggi di birra a Lobethal

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.